Akrotiri - Santorini

SEARCH HOTELS


Arrival
Departure

Info utili:

alcune informazioni pratiche utili a visitare Santorini

Leggi »

News

Assistenza Clienti

Assistenza Clienti


Akrotiri - Santorini

 

Il sito archeologico di Akrotiri, nella penisola sud-ovest dell'isola, è uno dei più importanti del Mediterraneo. I resti dell’antica citta’ furono rinvenuti intorno al 1860 da alcuni operai che lavoravano nelle cave per estrarre la cenere vulcanica impiegata nella costruzione del Canale di Suez. Tuttavia, solo nel 1967 iniziarono dei veri e propri scavi presso il sito. Oggi solo la punta meridionale della grande città è stato riportato alla luce (200.000 metri quadrati), ma gia’ questo ha rivelato complessi di edifici, strade e piazze, con resti di mura alte ben 8 metri, tutte sepolte nella cenere solidificata depositatasi nel corso dell’eruzione minoica (1600 aC).

Akrotiri - Santorini


La prima abitazione presente nel sito risale al tardo Neolitico (4° millennio aC). Durante l’eta’ del Bronzo (3° millennio aC), un notevole insediamento fu fondato e dal 20° al 17° secolo aC, la città si sviluppo’ diventando uno dei principali centri urbani e porti del Mar Egeo. Si ritiene che proprio in questo periodo Santorini sia diventata uno dei più importanti partner commerciali dei minoici, che risiedevano a Creta e potrebbero essere stati una delle loro colonie.
L'evidenza archeologica sembra confermare che la vita della città termino’ quando gli abitanti furono costretti ad abbandonare improvvisamente la città, e alla fine anche l’isola, a causa di gravi terremoti e dell’attività sismica. In realtà non sono stati ritrovati resti degli abitanti della città, come invece avvenne a Pompei. Questi terremoti erano il preludio alla grande eruzione minoica, durante la quale i detriti vulcanici seppellirono la città. Questo copertura di cenere e pomice ha tuttavia protetto gli edifici e il loro contenuto, forse anche meglio rispetto a Pompei.
Purtroppo, a causa di un grave incidente nel 2005, il sito è stato chiuso al pubblico e potrebbe rimanere chiuso fino al 2010.
Potete trovare ulteriori informazioni e aggiornamenti presso la pagina del Ministero greco della cultura: http://odysseus.culture.gr/h/3/eh355.jsp?obj_id=2410

 

Akrotiri - Santorini